Iva immobiliare: dal 4 al 22% scopri quale aliquota applicare

Tempo di lettura: 3 minuti
Facebook
Twitter
LinkedIn
Iva immobiliare

Cosa troverai in questo articolo

Iva immobiliare: come si applica in base al tipo di transazione

L’iva immobiliare è una tassa che si paga quando si acquista o si vende un immobile. L’iva varia in base al tipo di immobile, al tipo di venditore e al tipo di acquirente. In questo articolo vedremo come si applicano le diverse aliquote iva in base alle diverse tipologie di transazione immobiliare.

Iva vendite immobiliari

L’iva sulle vendite immobiliari, si applica solo se il venditore è un soggetto passivo d’iva, cioè se svolge un’attività commerciale, industriale, artigianale o agricola, ad esempio imprese, professionisti o enti pubblici che svolgono attività economica.

Le aliquote iva

Come già accennato, a seconda del tipo di immobile e della sua destinazione d’uso, vengono applicate diverse aliquote per l’iva immobiliare, che variano dalla misura ordinaria (22%) a quelle ridotte (10% o 4%).

Iva ordinaria (22%)

Viene definita iva ordinaria l’aliquota che si applica alle vendite di immobili non residenziali, cioè quelli destinati ad attività commerciali, industriali, artigianali o professionali. Si applica anche alle vendite di immobili residenziali di lusso, cioè quelli appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Iva ridotta (10%)

L’iva ridotta si applica alle vendite di immobili residenziali non di lusso, cioè quelli appartenenti alle categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9. Si applica anche alle vendite di immobili non residenziali ristrutturati o riconvertiti a uso abitativo.

Iva agevolata (4%)

L’iva agevolata si applica alle vendite di immobili residenziali da parte di costruttori o ristrutturatori entro cinque anni dal termine dei lavori. Si applica solo se l’acquirente è una persona fisica che acquista l’immobile come prima casa, cioè come abitazione principale per sé o per i suoi familiari.

Iva immobili non residenziali

Se il venditore è un soggetto passivo d’iva e vende un immobile non destinato ad abitazione principale, l’iva si applica al 22%. Questa aliquota si applica anche agli immobili destinati ad uso commerciale, industriale, artigianale o agricolo. In questo caso, non sono previste agevolazioni fiscali.

Iva agenzia immobiliare

L’iva si applica anche in agenzia immobiliare ed è un’imposta che grava sulla provvigione che l’agenzia riceve per aver intermediato la compravendita di un immobile. L’iva si applica in misura ordinaria (22%) sia che l’immobile sia residenziale che non. L’iva è dovuta dall’agenzia e non dall’acquirente o dal venditore.

Iva acquisto immobile

Quando si acquista un immobile, l’iva si applica solo se il venditore è un soggetto passivo d’iva, come visto nel paragrafo precedente. Se invece il venditore è un privato, non si paga l’iva ma si paga l’imposta di registro. L’imposta di registro varia in base al tipo di immobile e al tipo di acquirente.

Iva immobile prima casa

Se il venditore è un soggetto passivo d’iva e vende un immobile destinato ad abitazione principale, l’iva si applica al 4%. Per usufruire di questa aliquota agevolata, il venditore deve dichiarare che l’immobile è stato costruito o ristrutturato da non più di cinque anni e che non ha usufruito di altre agevolazioni fiscali. Inoltre, l’acquirente deve dichiarare di acquistare l’immobile come prima casa e di rispettare i requisiti previsti dalla legge.

Iva acquisto immobile prima casa​

Iva acquisto prima casa

Se si acquista un immobile come prima casa da un soggetto passivo d’iva, si paga l’iva al 4%, come visto nel paragrafo precedente. Se invece si acquista un immobile come prima casa da un privato, si paga solo l’imposta di registro al 2%. Per usufruire di questa aliquota ridotta, l’acquirente deve dichiarare di acquistare l’immobile come prima casa e di rispettare i requisiti previsti dalla legge.

Iva agevolata immobili non residenziali

L’iva agevolata immobili non residenziali è un’imposta che grava sull’acquisto di un immobile non residenziale da parte di una persona fisica che lo destina a uso abitativo. L’iva si applica in misura ridotta (10%) se l’immobile è stato ristrutturato o riconvertito a uso abitativo dal venditore. L’iva è dovuta dall’acquirente e non dal venditore.

Iva immobili commerciali

L’iva immobili commerciali è un’imposta che grava sull’acquisto di un immobile commerciale da parte di un soggetto passivo iva, cioè da un’impresa, un professionista o un ente pubblico che svolge attività economica. L’iva si applica in misura ordinaria (22%) indipendentemente dalla destinazione d’uso dell’immobile. L’iva è dovuta dall’acquirente e non dal venditore.

Iva su provvigione agenzia immobiliare

Chi vende casa deve considerare anche l’iva da pagare sulla provvigione per l’agenzia immobiliare, la cui aliquota è al 22%. Ovviamente questa somma non riguarda chi affida la vendita del proprio immobile a Casaspetti.it per la quale non paga provvigioni e di conseguenza risparmia anche l’Iva.

Conclusione

Le aliquote iva applicabili alle transazioni immobiliari variano a seconda della tipologia di immobile e della destinazione d’uso. È importante conoscere le diverse aliquote per poter calcolare correttamente l’imposta dovuta. Ora che conosci le diverse aliquote, sei pronto per acquistare un immobile in maniera più consapevole: consulta tutti gli annunci di immobili in vendita su Casaspetti.it. Se invece vuoi approfondire l’argomento, visita anche il sito dell’Agenzia delle entrate, con l’apposita sezione dedicata alle aliquote IVA. Cosa aspetti?

Casaspetti.it è la prima piattaforma online per vendere casa senza provvigioni.

Ultimi articoli

Categorie

Iscriviti alla newsletter

Altri articoli che potrebbero interessarti

Immagine di un modello in scala di un condominio in cui opera l'amministratore di condominio. La miniatura dell'edificio simboleggia la gestione e l'amministrazione degli spazi comuni e delle attività quotidiane da parte dell'amministratore di condominio.
Blog

Amministratore di Condominio Ruolo e Norme

Chi è l’amministratore di condominio? L’amministratore di condominio è una figura chiave nella gestione degli edifici residenziali. Viene nominato dall’assemblea dei condomini e ha il compito di curare gli interessi

Leggi Tutto »
quanto costa un atto di vendita di una casa
Blog

Quanto costa un atto di vendita di una casa?

Introduzione al costo dell’atto di vendita immobiliare Affrontare la vendita di una proprietà richiede di familiarizzare con alcuni aspetti finanziari cruciali, tra cui il costo dell’atto di vendita. La domanda

Leggi Tutto »

Confronto immobili